… E intanto, mentre nel Paese dei cachi tutti i nani si affannavano a discutere se fosse meglio che la principessina prendesse il posto del vecchio Satrapo, piuttosto che se dovesse contrapporglisi il parroco di campagna per la presa del potere, da altre parti si facevano le cose in modo più “serio” ed incisivo. Sembrerebbe, secondo questo articolo di cui devo invero avere ulteriori conferme, che il Governo greco abbia approvato un articolo del Codice Penale, il 458 per la precisione, che prevederebbe fino a due anni di reclusione per chi  manifestasse o si opponesse, in diverso modo, alle istituzioni della Ue ed ai suoi membri rappresentativi.
Inutile rimarcare la gravità di una cosa del genere, se trovasse conferma. Purtoppo in più di un’occasione la realtà ha superato di gran lunga la fantasia e non vorrei che questa fosse una conferma di tale circostanza. Il pericolo che una ristretta oligarchia metta in atto azioni di tale gravità in effetti c’è, visto che finora non si sono limitati alle parole, bensì hanno agito in tutti i Paesi membri a livello legislativo in modo piuttosto pesante per tutelare i loro interessi, ovvero quelli della Finanza.
Dopo tutto, però, perché darsi pensiero per queste cosucce? Da noi non avverrà mai. Mica siamo la Grecia, noi. Siamo il Paese dei cachi…

Print Friendly, PDF & Email
Nemulisse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Theme: Overlay by Kaira
Everybody lies